Home / La Discografia Ufficiale / Tonight (1984)

Tonight (1984)

Tonight (1984)

Loving The Alien (David Bowie)
Don’t Look Down
(Iggy Pop/James Williamson)
God Only Knows
(Brian Wilson/Tony Asher)
Tonight
(David Bowie/Iggy Pop)
Neighborhood Threat
(David Bowie/Iggy Pop/Ricky Gardiner)
Blue Jean
(David Bowie)
Tumble And Twirl
(David Bowie/Iggy Pop)
I Keep Forgettin’
(Jerry Leiber/Mike Stroller)
Dancing With The Big Boys

(David Bowie/Iggy Pop/Carlos Alomar)

Data di uscita: 24 settembre 1984
Registrato a Le Studio, Morin Heights, Canada

Prodotto da
David Bowie, Derek Bramble, Hugh Padgham

MUSICISTI
David Bowie
(voce)
Carlos Alomar
(chitarra)
Derek Bramble
(basso, chitarra, sintetizzatore)
Carmine Rojas
(basso)
Sammy Figueroa
(percussioni)
Omar Hakim
(batteria)
Guy st Onge

(marimba)
Robin Clark, George simms, Curtis King
(cori)
Tina Turner
(voce in Tonight)
Iggy Pop
(voce in Dancing With The Big Boys)
Mark Pender
(tromba)
Stanley Harrison
(sax)
Steve Elson

(sax)
Lenny Picket
(sax tenore, clarinetto)

CREDITS
Mick Haggerty
(cover design)

 

La recensione di Giuliopk

Dopo il successo di Let’s Dance e del successivo, lungo Serious Moonlight Tour, Bowie si ritrova a dover rispettare il contratto che prevedeva un nuovo disco per il 1984 con poco tempo e ancor meno materiale ed ispirazione. Tutto quello che ha, infatti, sono poche canzoni nuove e qualche idea di cover dei Beach Boys e di Iggy Pop (sia da dischi scritti insieme che dagli altri). In questo periodo poi aveva anche smesso di essere presente attivamente durante il lavoro in sala di registrazione, delegando molto a produttori e musicisti, rinunciando così a vigilare sulla qualità della realizzazione, che avrebbe magari potuto salvare del materiale non proprio di prim’ordine.
Ed è qui che Bowie commette l’errore: nel contesto meno adatto a una scelta del genere, decide di dimostrare che può ottenere successo anche senza un costruttore di hit come Nile Rodgers, che tanto aveva fatto per il successo del precedente, e si affida a Derek Bramble il quale, a detta di Carlos Alomar, “di produzione non capiva nulla” (sembra infatti che il produttore Hugh Padgham, inizialmente solo fonico, a un certo punto ne abbia preso le redini).
In Tonight infatti, tra batterie alla Phil Collins, chitarrine col flanger copiate male da Andy Summers, una sezione fiati poco interessante e i guizzi di classe al minimo, è tutto talmente limato sugli stilemi più banali del tipico pop anni ’80 che nemmeno ci si accorge che non ci sono i sintetizzatori… Un risultato in linea con quello che Bowie è in questi anni, ossia una rockstar che ama più l’essere star che non il rock, una versione patinata, seppur affascinante, di uno Ziggy che ha davvero perso il controllo.
Certo, dei due brani nuovi Loving the Alien è una gran bella canzone (ma la versione acustica del Reality tour chiarisce bene i danni fatti da Bramble) e Blue Jean funziona; il reggae leggerino di Don’t Look Down ha una sua eleganza pop così come la beachboysiana God Only Konws (ma meno), nelle vene di Tumble and Twirl (scritta con l’Iguana) due gocce di sangue scorrono, e al limite si possono trovare carine una Tonight un po’ buttata lì (Tina Turner non aiuta più di tanto) e l’altro pezzo dei BB I Keep Forgettin’ (il rock’n’roll come si suonava negli anni ’80), ma Neighborhood Threat dopo aver minacciato mantiene poco (altro che China Girl, questa è stata maltrattata davvero), e Dancing With The Big Boys suona quasi come una caricatura dei brani veloci di Scary Monsters.
Un disco che certi cantanti pop d’allora e di ora si sognano, ma per lo più insipido e parecchi gradini al di sotto del livello di una discografia che fino a quel momento, in ogni suo capitolo, aveva funzionato da radar e bussola di tendenze, e che in Tonight invece le insegue con affanno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi