Home / Testi e Traduzioni / Lazarus | Testo e Traduzione

Lazarus | Testo e Traduzione

LAZARUS

(Bowie)

Look up here, I’m in heaven
I’ve got scars that can’t be seen
I’ve got drama, can’t be stolen
Everybody knows me now

Look up here, man, I’m in danger
I’ve got nothing left to lose
I’m so high it makes my brain whirl
Dropped my cell phone down below
Ain’t that just like me?

By the time I got to New York
I was living like a king
Then I used up all my money
I was looking for your ass
This way or no way
You know, I’ll be free
Just like that bluebird1
Now ain’t that just like me?
Oh I’ll be free
Just like that bluebird
Oh I’ll be free
Ain’t that just like me?

LAZZARO

(Bowie)

Guarda qui, sono in paradiso
Ho cicatrici che non si vedono
Ho il mio dramma, nessuno me lo può togliere
Tutti mi conoscono, adesso

Guardami, sono in pericolo
Non ho più niente da perdere
Sono così sballato che il mio cervello turbina
Ho fatto cadere giù il cellulare
Non è proprio da me?

Quando arrivai a New York
Vivevo come un re
Poi ho bruciato tutto il denaro
per cercarti come un matto
In questo modo o in nessun’altro
Sai, sarò libero
Proprio come quell’uccellino azzurro1
Mi ci vedo proprio in tutto questo
Oh, io sarò libero
Proprio come quell’uccellino azzurro
Io sarò libero
Non è una cosa proprio da me?

 

Note:

sialia1 Il “bluebird” (in italiano “Sialia“) è un uccello molto noto in America, e da sempre simbolo di libertà e rinascita.

E’ anche il simbolo di New York, ha ispirato il simbolo di Twitter e compare in molta letteratura americana: una famosa poesia di Charles Bukowsky si intitola proprio così.

4 commenti

  1. Da qualche parte avevo letto che David aveva letto la poesia di Bukowski e nel testo ci si ispira..come simbolo di libertà..adesso è libero.

    • L’uccello azzurro

      Nel mio cuore c’è un uccello azzurro
      che vuole uscire,
      ma con lui sono inflessibile,
      gli dico: rimani dentro, non voglio che
      nessuno ti veda.

      Nel mio cuore c’è un uccello azzurro
      che vuole uscire
      ma gli verso addosso whisky e aspiro
      il fumo delle sigarette
      e le puttane e i baristi
      e i commessi del droghiere
      non sanno che lì dentro c’è lui.

      Nel mio cuore c’è un uccello azzurro
      che vuole uscire
      ma io con lui sono inflessibile,
      gli dico: rimani giù, mi vuoi fare
      andar fuori di testa?
      vuoi mandare all’aria tutto il mio lavoro?
      vuoi far saltare le vendite dei miei libri in Europa?

      Nel mio cuore c’è un uccello azzurro
      che vuole uscire
      solo di notte qualche volta
      quando dormono tutti.
      Gli dico: lo so che ci sei,
      non essere triste
      poi lo rimetto a posto,

      ma lui lì dentro un pochino canta,
      mica l’ho fatto davvero morire,
      dormiamo insieme così
      col nostro patto segreto
      ed è così grazioso da far piangere
      un uomo, ma io non piango,
      e voi?

  2. pezzo assolutamente drammatico, così come drammatica è stata la fine del nostro David.
    Ho ancora problemi emotivi nell’ascoltare questo pezzo, dopo un anno e mezzo…spero che passi tempo e che si riesca
    ad ascoltare David nel suo ultimo capolavoro, stella incantevole, mutevole e ormai libera, come è stato giustamente detto.

  3. Testo tradotto perfettamente. La musica: un sax intona all’ inizio una vaga marcia funebre, rallentata, dilatata, stonata, tanto da farla sembrare grottesca (E qui c’è tutta l’ ironia di D. che anche questa ultima volta pare non volersi poi prendere sul serio fino in fondo…), poi la musica segue le parole di D. che raccontano lo smarrimento e la paura, la sua vita da rockstar, la liberazione…poi sette stoccate, sette rintocchi di lugubre, tagliente chitarra elettrica (Era lui a suonarla?) per dire che è finita.

    Diretta, potente, commovente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi