Home / News / Bowie vince anche ai Brit Awards
Bowie Brit Awards 2017

Bowie vince anche ai Brit Awards

David Bowie, con l’album Blackstar, non smette di raccogliere riconoscimenti: ieri ha ottenuto altri due premi ai Brit Awards 2017.

I Brit Awards 2017 premiano David Bowie come miglior artista solista dell’anno e Blackstar come miglior album inglese dell’anno.

A ritirare il primo premio è stato l’attore Michael C. Hall, protagonista del musical Lazarus e che ha spesso interpretato l’omonimo brano nelle varie trasmissioni televisive.

Il premio come miglior album è stato invece ritirato dal figlio di Bowie, Duncan Jones.

Duncan ha dichiarato: “ho perso mio padre l’anno scorso, ma sono diventato a mia volta papà. Ho passato molto tempo a riprendermi dallo shock cercando ci capire cosa volevo che mio figlio sapesse di suo nonno. E penso che sia la stessa cosa che la maggior parte dei fan di mio padre hanno comprenso negli anni, cioè che lui è sempre stato lì per le persone che pensavano di essere un po’ strane, o diverse, o particolari. E’ sempre stato lì per loro. Quindi questo premio è per tutti gli svitati e per tutta la gente che quegli svitati li mette al mondo. Grazie ai Brits e grazie ai suoi fan“.

La citazione degli svitati (in inglese kooks) è ovviamente un riferimento al brano del 1971 che Bowie scrisse per il figlio, che si intitola appunto Kooks.

L’attore Michael C. Hall ha dichiarato: “Se David Bowie potesse essere qui stanotte, probabilmente non sarebbe qui! Ma visto che non può essere qui, sono venuto in sua vece, e in vece della sua famiglia, per accettare questo testamento ad un uomo legato a nient’altro che alla propria sconfinata immaginazione e audacia. la cui vitalità artistica in perenne espansione ci ha al contempo sfidato e affascinato, e meravigliato.

Forse è qui stanotte, non lo so. Sono onorato di essere qui di fronte a voi e riconoscere la potenza del suo lavoro e se posso, di riconoscere anche che la bontà di David e la sua generosità ed entusiasmo mi saranno sempre di ispirazione ad essere un uomo migliore per suo conto. Grazie“.

Guarda anche

Un anno di VG

There’s Old Wave, there’s New Wave. And there’s Velvetgoldmine. Il 10 Luglio 2016, esattamente un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi