Home / News / SPECIALE Station to Station: Cartoline dall’Inferno
speciale station to station speciale

SPECIALE Station to Station: Cartoline dall’Inferno

Quest’anno è ricorso il quarantesimo anniversario della pubblicazione dell’album Station to Station, uscito nel 1976. Walter Bianco, in uno speciale approfondimento, racconta e analizza l’album.

Il 23 Gennaio 1976 David Bowie pubblicava uno dei suoi album più affascinanti, perfetto ponte tra quello che era venuto prima e la sperimentazione avanguardista che sarebbe avvenuta dopo con la trilogia: Station to Station.

Walter Bianco, amministratore della pagina Facebook David Bowie Fans Italia e nostro collaboratore, approfondisce l’album dalla sua genesi fino alla grande eredità che ha lasciato.

station to station“Station to Station si staglia con un suo spazio unico e peculiare nella discografia bowieana: sebbene non abbia né la rivoluzionaria carica innovativa dei due album successivi, Low e “Heroes”, né l’accattivante ruffianeria black del suo predecessore, Young Americans, esso ne rappresenta il trait d’union fondamentale, senza il quale non si comprenderebbe come si sia potuti passare da Fascination a Warszawa nell’arco di appena due anni: nei sei brani che lo compongono si realizza un equilibrio perfetto, ancorché precario, tra ritmiche funky e spinte rock, tra accenni motorik ed implacabili pulsioni disco, tra ballad dalle sfumature soul ed implacabili chitarre bianche, a creare un pastiche sonoro che miracolosamente è percorso e sostenuto da una coerenza interna tale da renderlo credibile e godibile.
Inoltre, con i suoi testi enigmatici, le sue atmosfere intrise di distaccata solitudine ed algido disincanto, di disperato desiderio di redenzione ed oscuri richiami alle ossessioni private del suo autore, è un viaggio affascinante nello spirito tormentato dell’artista e nel suo faticoso percorso di emersione dalle tenebre”.

Per leggere lo speciale cliccate sull’immagine sotto.

station to station speciale

Chi è VG Crew

VG Crew

La Crew di VG è formata da Daniele Federici e Paola Pieraccini.
Daniele Federici è organizzatore di eventi scientifici ed è stato critico musicale per varie testate, tra cui JAM!. E’autore di un libro su Lou Reed del quale ha tradotto tutte le canzoni, prima di farlo con quelle di Bowie.
Paola Pieraccini, imprenditrice fiorentina, è presente su VG fin dall’inizio e lo segue dagli anni ’70.
Entrambi hanno avuto modo di incontrare Bowie come rappresentanti di VG.

Guarda anche

ANNUNCIO DAVID BOWIE IS NEW YORK

David Bowie Is New York | ultima fermata

David Bowie Is approderà a New York, come si vociferava da quasi un anno, per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi