Home / Video Ufficiali / Blackstar (2015)

Blackstar (2015)

Il videoclip ufficiale di Blackstar è stato girato in  uno studio di Brooklyn nel settembre 2015 è un  film della durata di dieci minuti diretto da Johan Renck (regista di The Last Panthers), andato in onda per la prima volta il 19 Novembre 2015.

David Bowie con Renck durante le riprese
David Bowie con Renck durante le riprese

Le riprese del video sono state un’occasione di collaborazione tra il regista e Bowie, che ha fornito consigli ed idee per la realizzazione del filmato. Entrambi hanno voluto lasciare il significato volutamente oscuro per lasciare spazio alla libera interpretazione dei fan. Renck ha sempre rifiutato di confermare che l’astronauta morto fosse il celebre “Maggiore Tom” di Space Oddity, offrendo però numerosi indizi riguardo ad esso, menzionando le opere dell’occultista Aleister Crowley come una delle fonti discusse. Fu Bowie a volere che la donna nel video avesse la coda, motivando la cosa come “qualcosa di sessuale”. Renck ha accennato al fatto che Bowie potrebbe aver avuto intenzione di riflettere sulla propria mortalità nel concepire il video, ma ha detto che l’immagine degli spaventapasseri in croce non è da intendersi come un simbolo messianico. Inoltre, Renck ha confermato che Bowie interpreta tre distinti personaggi nel video:

Blackstar video
David Bowie con Renck e i ballerini durante le riprese

l’introverso e tormentato personaggio cieco con dei bottoni al posto degli occhi (riferimento al mito greco di Caronte); l’appariscente imbroglione della sezione mediana (la Morte); e il predicatore che regge in mano il libro contraddistinto dalla stella nera in copertina.

La coreografia, soprattutto quella relativa ai tre ballerini nella scena della soffitta, prese spunto da vari media, incluso un cartone animato di Braccio di ferro ideato da Max Fleischer. Renck ha raccontato: «[Bowie] mi mandò questo vecchio filmato di Braccio di ferro preso da YouTube e disse: “guarda quei tizi”. Quando un personaggio non è attivo,

Un altro scatto backstage

quando non fa nulla in questi cartoni, viene creato con due o tre frames in loop continuo che fanno sembrare che se ne stia semplicemente lì fermo, tremolante. Era tipico in quell’epoca dell’animazione e stop-motion, si faceva così per far sembrare viva qualcosa di inerte. Così, se volevamo provare a fare una cosa del genere nella danza, dovevamo farlo in quel modo». Inoltre, la ballerina nella soffitta esegue un tipico movimento proveniente dal videoclip musicale del brano Fashion di Bowie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *