Home / Video Ufficiali / The Next Day (2013)

The Next Day (2013)

The Next Day VideoIl video è stato mandato ufficialmente in onda per la prima volta l’8 maggio 2013. La regista, Floria Sigismondi, aveva già diretto in passato i videoclip per i singoli di Bowie all’epoca dell’album Earthling (1997), e si era occupata più recentemente della regia del video del precedente singolo del musicista, The Stars (Are Out Tonight). Il video vede la presenza, oltre a Bowie, di Gary Oldman e di Marion Cotillard. Bowie interpreta una figura di santone simile a Cristo mentre Oldman è un vescovo. Il video mostra Bowie mentre canta in un night club chiamato “The Decameron” (un riferimento al capolavoro letterario di Giovanni Boccaccio celebre per la sua licenziosità anche nei confronti del clero).

L’atmosfera di perdizione del locale è dipinta in maniera grottesca ed inquietante, con il clero raffigurato più come una sorta di setta o un’organizzazione criminale che come un gruppo di religiosi. Vediamo cardinali simili a boss mafiosi, suore in abiti succinti che danzano, e preti intenti in pratiche non del tutto “ortodosse”. Il personaggio interpretato da Marion Cotillard (che si presume sia una prostituta), dopo essere stata Bowie arriva sul setportata nel locale da Oldman, improvvisamente inizia a sanguinare copiosamente a seguito delle stimmate, sconcertando i vari cardinali, preti, e suore presenti nel locale. Altro elemento disturbante presente nel video sono un paio di sanguinanti bulbi oculari umani serviti su un vassoio, possibile riferimento forse a Santa Lucia. La musica termina con la comparsa delle stimmate sulle mani della ragazza e con le ultime parole di Bowie prima di smaterializzarsi nel nulla: «Thank you Gary, thank you Marion, thank you everyone» (“Grazie Gary, grazie Marion, grazie a tutti”).

Il video, a causa dei contenuti blasfemi, è stato prima bandito da YouTube per poi tornare online con un avviso di divieto ai minori.

Il filmato si è guadagnato svariate critiche e ha causato proteste da diverse organizzazioni cattoliche. William Anthony Donohue, leader della The Catholic League for Religious and Civil Rights statunitense, ha criticato pesantemente il video e David Bowie, definendo il video musicale “un disastro” e riferendosi all’artista come a “un anziano londinese bisessuale”. L’ex Arcivescovo di Canterbury, George Carey ha definito la canzone “giovanile” ed ha invitato altri cristiani ad “insorgere” contro tali oscenità. Ha affermato inoltre di dubitare che Bowie avrebbe avuto il coraggio di attaccare così violentemente la religione Islamica, come invece aveva fatto con quella cristiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi